Milan ai cinesi: Askanews, è cosa fatta

Milan ai cinesi

Milan ai cinesi: è fatta. Lo scrive l’agenzia Askanews, che riporta alcuni frasi di Silvio Berlusconi durante incontri privati e riunione allargate svoltesi ad Arcore e a Roma: “La vendita del 75% del Milan ai cinesi è cosa fatta”. Martedì scorso, a Palazzo Grazioli, durante un incontro con i Comites, rappresentanti delle comunità italiane all’estero, l’ex premier ha confermato: “La trattativa è ormai chiusa, serve ancora qualche mese per limare i dettagli”.

Berlusconi ha avuto l’ultima garanzia dai nuovi proprietari la settimana scorsa durante un pranzo ad Arcore: sua figlia Barbara resterà amministratore delegato della Società rossonera. Ciò che voleva sentire per dire sì. Il costo dell’operazione dovrebbe superare il miliardi di euro. L’ex Cavaliere, in realtà, parla di un miliardo e mezzo. Nelle scorse settimane, pubblicamente, il proprietario del Milan aveva detto che “l’interesse cinese sarebbe sostenuto con forza dallo stesso governo di Pechino,  con un ruolo centrale da parte del primo ministro”.

Prendendo il Milan, il governo cinese diffonderebbe il gioco del calcio anche in Cina, Paese da 1,3 miliardi di abitanti dove si vuole far crescere la Nazionale per farla competere, in pochi anni, per i trofei più ambiti. Fin dai Mondiali russi del 2018. Berlusconi, ai suoi interlocutori, ha detto: “Il Milan è la seconda squadra al mondo per numero di titoli ed è la più conosciuta in Cina”.

A breve, l’ex premier avrà un faccia a faccia con la delegazione cinese. Addirittura tra oggi e domani ad Arcore. Si parlerà naturalmente della trattativa, si inizieranno a limare i dettagli. Poi, il Diavolo diventerà orientale.

photo credit: EPP Summit 18 June 2009 via photopin (license)

Milan ai cinesi: Askanews, è cosa fattaultima modifica: 2015-04-02T14:14:02+00:00da alexpigna1874
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento