Tifose Juve hot: il lato B più bello arriva dalla Lombardia

Tifose Juve hot

Tifose Juve hot: in molti dicono che sono le più sexy. Anche se poi i fan delle altre squadre storcono il naso e controbattono che sono le loro colleghe di curva le più belle. Noi, però, siamo come San Tommaso e vogliamo provare personalmente l’affermazione che le zebrette sanno far girare la testa agli uomini.

Tifose Juve hot

Ecco allora una tifosa bianconera speciale. Arriva dalla Lombardia e non ha problemi a mostrare il suo lato B in tutto il suo splendore, avvolto da una sciarpa con i colori della Signora. Ha cominciato a seguire la Juve fin da piccola, grazie a un padre fedele agli stessi colori.

Si è esaltata ai gol di Del Piero, ma il suo preferito era un altro: Amauri è stato tra i più eccitanti. A ogni suo gol, provavo brividi su tutto il corpo”. In sede di calciomercato, lei sceglie i prossimi acquisti della Juve in base all’eccitazione: “Li immagino con la maglia addosso e questa è la discriminante giusta per farli venire a Torino o meno”.

I suoi idoli di ora sono Fernando Llorente (e fin qui nessuna sorpresa) e Andrea Pirlo: “Con la barba lo trovo molto maschio, mi fa impazzire”. Pure Mirko Vucinic non le stava indifferente. E il prossimo: chi vorrebbe in bianconero?
“Rivorrei Osvaldo, ma non per meriti calcistici. E mi piacerebbe Lavezzi: ha la faccia di uno che sotto le coperte (e non solo) sa cosa fare. Poi De Rossi, sempre per la barba”.

Tifose Juve hot

Il problema della Juve è che non c’è un dirigente donna. Ma se Marotta e Andrea Agnelli vogliono segnarsi questi nomi… La tifosa juventina ha scelto. A proposito: dalla Lombardia, la zebretta lancia la sfida alle tifose delle altre squadre: “Mostrate le vostre virtù”. La bellezza tra le juventine c’è, ora lo avete visto anche voi. E sono pure disinibite. Milaniste, interiste, romaniste, napoletane: accettate il guanto di sfida?

Tifose Juve hot

Tifose Juve hot: il lato B più bello arriva dalla Lombardiaultima modifica: 2015-04-16T11:31:27+00:00da alexpigna1874
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento