Torino Juventus: bomba carta e pietre, che vergogna

Juventus Torino

Torino Juventus, il derby della vergogna: il pullman della squadra bianconera è stato fatto oggetto del lancio di pietre all’arrivo allo stadio Olimpico: un vetro è andato distrutto. C’è stata paura anche nella comitiva dei giocatori della Juventus, con il torpedone accerchiato e colpito pure da petardi.

Altro episodio grave durante il match. Dal settore ospiti, pieno di pubblico bianconero, è stata lanciata una bomba carta contro la curva Primavera, dove invece c’erano i tifosi granata; le schegge dei seggiolini andati in frantumi hanno provocato il ferimento di nove persone, di cui una in codice rosso al Mauriziano di Torino. Al gol di Pirlo, uno juventino è stato aggredito da alcuni supporter dl Toro perché aveva esultato.

Anche in città, i gruppi di ultras si sono scontrati in diverse zone. Polizia e carabinieri sono intervenuti già all’ora di pranzo per evitare il contatto tra tifoserie nella zona di corso Unione Sovietica, vicino all’Istituto Agnelli. Commenti unanimi di condanna da parte delle due Società.

L’ad della Juve, Beppe Marotta, se l’è presa con i giornalisti: “E’ stato un fatto di grave violenza quello del pullman, deplorevole. Secondo me preventivabile, frutto di alcuni giornalisti, che spesso usano un linguaggio assolutamente contro di noi, non valutando invece quelli che sono i meriti sportivi: c’è chi ci ha definito ladri. E’ normale poi che la conseguenza si questa. La speranza è che non si arrivi a un fatto più grave, di cui poi tutti noi dovremmo pentircene”.

Pure il direttore sportivo del TorinoGianluca Petrachi, era visibilmente arrabbiato per l’inciviltà da derby: “Non ci siamo accorti di nulla perché siamo arrivati dopo il pullman della Juve. Dispiace perché il derby deve essere una festa di sport, il calcio è una passione sana e non distruttiva, mi auguro che ora si parli solo di calcio giocato”. Non sarà così, come abbiamo visto.

Torino Juventus: bomba carta e pietre, che vergognaultima modifica: 2015-04-26T17:29:08+00:00da alexpigna1874
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento